VIA CRUCIS

 

In cammino con il Cristo sofferente per la conversione dei cuori

Il mistero pasquale è il centro della vita cristiana: la sequenza del Cristo è esperienza di morte al peccato per rinascere a vita nuova.

Vicini al mistero di salvezza del Cristo sofferente meditiamo sul suo cammino di solitudine, incomprensione, dolore e condanna.

La meditazione sulla passione del Signore dà luce al nostro quotidiano soffrire; lo scandalo della croce ci ripropone come pietre scartate dal mondo e scelte da Dio per diventare testata d'angolo.

Introduzione alla Via Crucis

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Il Cristo che nei giorni della beata passione si offrì in espiazione dei nostri peccati, sia con tutti voi.
E con il tuo spirito.

Disponiamo i nostri cuori alla contemplazione della passione e della morte del nostro Salvatore. La sua morte ci rivela quanto Dio ci ama e ci manifesta la profondità del nostro peccato.

Uniamo al pentimento la gratitudine e l'impegno di una vita vissuta nell'amore.

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo

Preghiamo.

O Signore, concedi a noi che meditiamo la passione e la morte di Cristo, tuo Figlio, di imitare nella nostra vita il suo amore e la sua donazione a te e ai fratelli.

Per Cristo nostro Signore.

Amen.

 

I° Stazione: Gesù è condannato a morte

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Pilato continuò: "Che farò dunque di Gesù detto Cristo?"

Tutti risposero: "In croce!"

Pilato replicò: "Che cosa ha fatto di male?"

Ma quelli gridavano ancora più forte: "In croce! In croce!"

Allora Pilato lasciò libero Barabba. Fece frustare a sangue Gesù,

poi lo consegnò ai soldati per farlo crocifiggere.                                                                                                                                 (Mt 27, 22-23; 26)





 

                                                                                                     

































 

 


 

  




























 

  






























 









 

  


 

  





















 




































 

  



 

  
























 













 


















 

  





















 

  

 

 


 

II° Stazione: Gesù è caricato della croce

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Allora i soldati portarono Gesù nel palazzo del governatore e chiamarono tutto il resto della truppa. Gli tolsero i suoi vestiti e gli gettarono addosso una veste rossa. Prepararono una corona di rami spinosi e gliela misero in capo, nella mano destra gli diedero un bastone. Poi incominciarono a inginocchiarsi davanti a lui e a dire ridendo: "Salve Re dei Giudei!" Intanto gli sputavano addosso, gli prendevano il bastone e gli davano colpi sulla testa. Quando finirono di insultarlo, gli tolsero la vesta rossa e lo rivestirono con i suoi abiti. Poi lo portarono via per crocifiggerlo. (Mt 27, 27-31)

                            

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

III° Stazione: Gesù cadde per la prima volta

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Eppure egli ha preso su di sé le nostre malattie, si è caricato delle nostre sofferenze, e noi pensavamo che Dio lo avesse castigato, percosso e umiliato.

Invece egli è stato ferito per le nostre colpe, è stato schiacciato per i nostri peccati. Egli è stato punito, e noi siamo stati salvati. Egli è stato percosso, e noi siamo guariti.

Noi tutti eravamo come pecore smarrite, ognuno seguiva la sua strada.

Ma il Signore ha fatto pesare su di lui le colpe di tutti noi. (Is 53, 4-6)


                            

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

IV° Stazione: Gesù incontra sua Madre

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.


Simone poi li benedisse e parlò a Maria, la madre di Gesù: "Dio ha deciso che questo bambino sarà occasione di rovina o di resurrezione per molti in Israele. Sarà un segno di Dio che molti rifiuteranno: così egli metterà in chiaro le intenzioni nascoste nel cuore di molti. Quanto a te, Maria, il dolore ti colpirà come fa una spada".

Gesù poi ritornò a Nazareth con i suoi genitori e ubbidiva a loro volentieri. Sua madre custodiva sempre di se il ricordo di tutti questi fatti. (Lc 2, 34-35; 51)                                                                                                                  

                            

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

V° Stazione: Gesù è aiutato dal Cireneo a portare la croce

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Presero Gesù e lo portarono via. Lungo la strada, fermarono un certo Simone, originario di Cirene, che tornava dai campi. Gli caricarono sulle spalle la croce e lo costrinsero a portarla dietro a Gesù.

Erano in molti a seguire Gesù: una gran folla di popolo e un gruppo di donne che si battevano il petto e manifestavano il loro dolore per lui. (Lc 23, 26-27)                                                                                                                                 

                            

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

VI° Stazione: La Veronica asciuga il volto di Gesù

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Davanti al Signore infatti il suo servo è cresciuto come una pianticella, come una radice in terra arida. Non aveva né dignità né bellezza, per attirare gli sguardi. Non aveva prestanza, per richiamare l'attenzione.

Noi l'abbiamo rifiutato e disprezzato; come un uomo pieno di sofferenze e di dolore.

Come uno che fa ribrezzo a guardarlo, che non vale niente, e non lo abbiamo tenuto in considerazione. (Is 53, 2-3)                                                                                                                                   

                            

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

VII° Stazione: Gesù cade per la seconda volta

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Io sono l'uomo che ha conosciuto la miseria sotto i colpi furiosi del Signore.

Egli mi ha fatto camminare nelle tenebre, non nella luce. [...]

Mi ha sbarrato ogni strada con blocchi di pietra, mi ha chiuso il sentiero. [...]

Mi ha fatto sbattere i denti sulla sabbia, e mi ha schiacciato nella polvere. (Lam 3, 1-2; 9; 16)

                            

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

VIII° Stazione: Le donne di Gerusalemme afflitte per Gesù

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Gesù si voltò verso di loro e disse:

"Donne di Gerusalemme, non piangete per me. Piangete piuttosto per voi e per i vostri figli. Ecco verranno giorni nei quali si dirà: - Beate le donne che non possono avere bambini, quelle che non hanno mai avuto figli e quelle che non ne hanno mai allattato. - Allora la gente comincerà a dire ai monti: "Franate su di noi" e alle colline: "nascondeteci!" Perchè se si tratta così il legno verde, che ne sarà di quello secco?"  (Lc 23, 28-31)

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

IX° Stazione: Gesù cade per la terza volta

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

E' bene che l'uomo si abitui alla contrarietà fin dalla giovinezza.

Chi è messo alla prova dal Signore stia solo e in silenzio.

Si inchini con la bocca nella polvere, perchè forse c'è ancora speranza. A chi lo colpisce offra la guancia e accetti le offese senza reagire.

Perchè il Signore non abbandona per sempre: anche se fa soffrire, rimane pieno d'amore e ricco di bontà. (Lam 3, 27-32)

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

X° Stazione: Gesù è spogliato delle sue vesti

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Quando arrivarono in un luogo detto "Golgota" ( che significa - luogo del Cranio - ), si fermarono e vollero dare a Gesù un po' di vino mescolato a fiele. Gesù lo assaggio ma non volle bere. Poi lo inchiodarono alla croce e si divisero le sue vesti tirando a sorte.

Dopo rimasero lì seduti a fargli la guardia. (Mt 27, 33-36)

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

XI° Stazione: Gesù è inchiodato sulla Croce

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Erano le nove del mattino quando lo crocefissero. Sul cartello dove si scriveva il motivo della condanna c'erano queste parole: "Il Re dei Giudei". Insieme con Gesù avevano messo in croce altri due briganti, uno alla sua destra e uno alla sua sinistra.
(Mt 15, 25-27)


Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

XII° Stazione: Gesù muore sulla Croce

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Quando fu mezzogiorno, si fece buio su tutta la regione, fino alla tre del pomeriggio. Verso le tre Gesù gridò molto forte: "Elì, Elì, lemà sabactàni" che significa: "Dio mio, Dio mio perchè mi hai abbandonato?".

Alcuni profeti udirono e dissero: "Chiama il profeta Elia!". [...]

Ma Gesù di nuovo gridò forte, e poi morì.  (Mt 15, 25-27)


Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

XIII° Stazione: Gesù è deposto dalla Croce

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

L'ufficiale romano e gli altri soldati che con lui facevano la guardia a Gesù si accorsero del terremoto e di tutto quel che accadeva. Pieni di spavento, essi dissero:

"Quest'uomo era davvero Figlio di Dio".

Molte donne erano là e guardavano da lontano. Esse avevano seguito e aiutato Gesù fin da quando era in Galilea.

(Mt 27, 54-55)


Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

XIV° Stazione: Gesù è deposto nel sepolcro

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Ormai era già sera, quando venne Giuseppe di Arimatèa. Era un uomo ricco, il quale era diventato pure lui discepolo di Gesù. Egli andò da Pilato e gli chiese il corpo di Gesù. E pilato ordinò di lasciarglielo prendere.

Allora Giuseppe prese il corpo, lo avvolse in un lenzuolo pulito e lo mise nella sua tomba, quella che da poco si era fatto preparare per sé, scavata nella roccia. Poi fece rotolare una grossa pietra davanti alla porta della tomba e se ne andò.
(Mt 27, 57-60)

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.

XV° Stazione: Gesù risorge dalla morte

Ti adoriamo, o Cristo e ti Benediciamo

Perchè con la tua Santa Croce hai redento il mondo.

Passato il sabato, all'alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l'altra Maria andarono a visitare il sepolcro.

[...] Ma l'angelo disse alle donne: "Non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. E' risorto, come aveva detto; venite a vedere il luogo dove era deposto. Presto, andate a dire ai suoi discepoli: - E' risuscitato dai morti e ora vi precede  in Galilea; là lo vedrete - Ecco, io ve l'ho detto".  (Mt 28, 1-7)

Padre nostro..., Ave Maria...,
Gloria al Padre...
Abbi pietà di noi, Signore.

Abbi pietà di noi.
Santa Madre, Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.