PARROCCHIA DI BELGIRATE

NOTIZIE ED AVVENIMENTI
BENEDIZIONE STENDARDO CONFRATERNITA

 

BENEDIZIONE DEL NUOVO STENDARDO DELLA CONFRATERNITA DEL S.S.SACRAMENTO

 





I verbali delle visite pastorali attestano che dal 1585 a Belgirate esiste la Confraternita del S.S.Sacramento. E' però molto probabile che esistesse già da parecchio tempo prima.

Da qualche anno suoi rappresentanti frequentano regolarmente le celebrazioni di altre confraterniteBelgirate ha stendardi antichi, grandi, molto belli e preziosi. trasportarli con automezzi si correrebbe il rischio di rovinarli. Pertanto la confraternita ha deciso di farne confezionare uno nuovo di minori dimensioni, facilmente trasportabile, in tessuto resistente, di un bel colore rosso, con un ostensorio e scritte ricamate in oro.

della diocesi. Per l'occasione ogni confraternita indossa il suo abito tradizionale e porta uno stendardo.

La domenica che precede le Quarantore parrocchiali ( quest'anno 2-3-4 febbraio ) è regola che i confratelli si riuniscano per l'elezione del priore e per definire il programma annuale. Approfittando della ricorrenza, domenica 27 gennaio, alla fine della S. Messa delle 10,30, il nuovo stendardo è stato presentato alla comunità e poi benedetto con le parole rivolte al Signore: "Effondi l'abbondanza delle tue benedizioni su questo stendardo, fa che sia un ricordo del passato e un aiuto per il presente e per il futuro a conservare e a testimoniare la vita cristiana e l'attaccamento al servizio alla nostra comunità parrocchiale".
Ancora un secolo fa e fino alla seconda guerra mondiale i confratelli si riunivano nel loro oratorio ( ancora esistente sopra la sacrestia della chiesa ) dopo la S. Messa della prima e della terza domenica di ogni mese e cantavano l'ufficio delle lodi.

Alla conclusione si svolgeva attorno alla chiesa una processione di soli confratelli. Altro impegno era assicurare la presenza costante di qualche confratello durante l'adorazione del Santissimo per tutto il tempo dell'esposizione durante le Quarantore. A questo scopo il priore assegnava veri e propri turni a ciascuno con con tanto di avviso scritto. Da tempo queste pratiche sono state abbandonate. E' rimasto invece tale e quale il servizio alla tre processioni superstiti ( processione del Gesù morto il Venerdì Santo, processione del Corpus Domini, processione per la festa dell'Addolorata ).

Gli iscritti partecipano rivestiti dei loro abiti rossi, preceduti dalla croce e portando gli arredi sacri e i ceri accesi. A volte i partecipanti sono numerosissimi rispetto alla popolazione del paese. Si vedono con piacere anche i giovani, persone trasferitesi qui da altre località e oriundi che tornano al paese proprio per l'occasione. Si spera che questa associazione ecclesiale locale insieme alla Confraternita della Buona Morte, detta anche di S.Giuseppe, e a quella delle consorelle abbia a continuare a vivere, perchè è una ricchezza per tutta la comunità.

Fulvia Pollini