PARROCCHIA DI BELGIRATE  LUIGI MORGARI

 

LUIGI MORGARI


Nato a Torino nel 1857 e ivi morto nel 1935, discendente di un noto ceppo di pittori piemontesi. Figlio di Paolo Emilio senior, nipote di Giuseppe capostipite della dinastia di artisti.

Fu allievo del Gamba e del Gastaldi all'Accademia Albertina.

Collaborò per lungo tempo con il padre Emilio e lo zio Rodolfo alle "arti decorative", attività caratteristica della famiglia Morgari.

Si dedicò a soggetti profani e religiosi pieni di movimento, con tonalità sobrie e delicate, ma fu anche accurato verista.

Ottenne riconoscimenti alle esposizioni di Torino, Milano, Firenze e Roma.

Buon colorista, lasciò un'abbondante produzione delle sue opere nelle chiese in Piemonte, Liguria e Lombardia tra le quali: il Santuario di Rho, la cattedrale di Alessandria, la chiesa di S. Gioacchino a Torino, nella chiesa di san Michele Arcangelo ad Olevano di Lomellina (PV), nei palazzi della famiglia Quartana a Genova a san luca d'Albaro e nella Chiesa di San Siro a Lomazzo (CO), in seguito anche a Tirano (SO).

Nel 1919, affrescò la chiesa parrocchiale della SS. Trinità e San Bassiano Vescovo di Gradella di Pandino, ( diocesi di Lodi ) con un ciclo dedicato a San Bassiano, il primo vescovo della diocesi lodigiana.

Ragguardevoli anche le formelle di santi ed evangelisti e le due cappelle laterali della Parrocchiale, una dedicata a Sant' Eurosia e l'altra alla Madonna del Rosario.

Tra tutti i suoi interventi spiccano gli affreschi della basilica romana minore di San Nicolò in Lecco, realizzati tra il 1925 ed il 1928.

Tra le tele si ricorda il San Giuseppe Cottolengo in Sant'Andrea a Bra.

Ispirate a soggetti mitologici, ha lasciato sue opere in Palazzo Quartana a Genova e in Palazzo S. Luca d'Albaro sempre a Genova.

A Milano affrescò tra l'altro la chiesa di Santa Francesca Romana dove ha firmato il quadro della "fuga in Egitto" nel 1933 oltre ad altri affreschi nella chiesa di S. Gioacchino.



OPERE DI LUIGI MORGARI

- Chiesa Santa Francesca Romana (dipinti)- Milano
* S. Francesca Romana distribuisce il pane ai poveri (1923)
* La comunione di Santa Rosalia
* L'apparizione della Vergine a Santa Margherita (1920)
- Chiesa di San Babila (affreschi)- Milano
* La moltiplicazione dei pani e dei pesci
* La cena di Emmaus
* Le noze di Cana
-Santa Maria del Carrobiolo - Monza
* Decorazione della cappella dell'Addolorata ( Cappella già risalente al 1649 ) *Gloria dei Barnabiti e la Gloria degli Angeli (1926)
-Chiesa S.Michele Arcangelo - Olevano di Lomellina
* Lotta di S.Michele contro le forze maligne
-Santuario Basilica della Consolata - Torino
* La visione di Re Arduino (1904)
- Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Mondovì Breo
* Facciata barocca
- Parrocchiale dei SS. Cosma e Damiano - San Damiano d'Asti
* Ciclo di affreschi
* Via Crucis
- Parrocchiale della Natività della Vergine - Gremiasco
* L'Annunciazione (1896)
- Convento dei Cappuccini - Busca ( Val Maira )
* Encausto: sperimentazione-ricerca per recuperare l'antica tecnica (1926)
- Villa Cavallini - Solcio
* Fanciulle (1924)
- Chiesa Parrocchiale - Solcio
* Crocifissione sull'Altare del Sacro Cuore
- Villa Quartara - Quarto dei Mille
* Affreschi
- Chiesa San Michele Arcangelo - Pieve Ligure (1923)
* Nascita di Gesù
* Visitazione
* S. Michele e gli angeli in adorazione
* Madonna del Rosario e S. Cuore
* S. Pietro, S. Rodano
- Chiesa Parrocchiale - Diano Marina
* Affreschi della volta
- Chiesa del S. Rosario di Alsancak- Smirne (Turchia)
* Pittura su tela della Madonna del Rosario (1904)

Discendenza:

MORGARI EMILIA INGRIANO ( Torino 12.2.1882 - ? )
Figlia primogenita di Luigi, si educò alla scuola del padre. Ottima colorista specie nei dipinti di fiori resi con diligente verismo.

MORGARI PAOLO EMILIO Junior ( Torino 20.10.1883 - 10.12.1947 )
Figlio secondogenito di Luigi, studiò anche lui come il padre all'Accademia Albertina e si dedicò in seguito al restauro e all'insegnamento.

MORGARI CARLO ( Torino 1.11.1888 - 4.8.1970 )
Terzogenito di Luigi, ultimo discendente "artistico" della celebre famiglia di pittori torinesi.